home » Introduzione

Quick guide

Iniziative e tematiche

LiquidFeedback non è un questionario costituito da domande predefinite. Al contrario ogni partecipante può aggiungere nuove iniziative che contengano una proposta e/o delle argomentazioni. Non appena l’iniziativa viene aggiunta tutti gli altri partecipanti possono crearne di alternative, presentando le loro contro proposte e/o argomentazioni. Un gruppo di iniziative correlate forma una tematica. Le tematiche in LiquidFeedback sono identificate tramite un simbolo di cancelletto seguito da un numero (per esempio #123), mentre le iniziative sono identificate da una “i” iniziale (per esempio i456). In breve: una tematica può contenere più iniziative. Una sola iniziativa può essere approvata se non diversamente specificata.

Ambiti

Ad ogni tematica è associato un ambito in modo da strutturare la discussione ed il processo decisionale.

Sezione

Per permettere a sotto gruppi di attiviste/i, come ad esempio gli afferenti ad un reparto di un’organizzazione, di portare avanti discussioni e decisioni, ogni attivista può fare parte di diverse sezioni. Ogni sezione può avere i propri ambiti.

Regole della procedura

In LiquidFeedback ci sono regole che definiscono i tempi, i quorum e le quote di maggioranza adottate da ogni tematica. Chi crea una tematica decide quali siano le regole più adatte al suo scopo.

Fase di ammissione

Su Liquid Feedback ogni attivista può creare un nuova tematica: per far sì che la discussione si concentri su quelle interessanti per un numero minimo di attiviste/i si utilizza un meccanismo di quorum. Ogni nuova tematica deve raggiungere un certo numero di attiviste/i, che l'abbiano supportata, per poter entrare nella successiva fase di discussione. Le tematiche che non raggiungono il quorum saranno chiuse al termine della fase di ammissione.

Fase di discussione

Durante la fase di discussione tutte le/i proponenti tentano di arricchire e migliorare le loro proposte e argomentazioni per ottenere più sostenitori, in modo da raggiungere la maggior preferenza rispetto alle iniziative alternative.

Fase di verifica

Durante la fase di verifica le proposte e argomentazioni delle iniziative diventano definitive e non possono più essere modificate. In questo modo tutti possono controllare che non ci siano state modifiche dell’ultimo momento. In caso di necessità particolari si possono ancora aggiungere altre iniziative, ma queste non possono essere modificate e devono ottenere il supporto degli attivista così come sono.

Fase di voto

Ogni iniziativa che abbia raggiunto il numero necessario di sostenitori alla fine della fase di verifica è ammessa a questa fase e può essere votata. Durante questa fase ogni attivista ammessa/o al voto può farlo, usando un sistema che permette non solo di esprimere per ogni iniziativa un parere in termini di sì/neutrale/no ma anche di ordinare le iniziative in base alle proprie preferenze.

Delega del voto

Le deleghe permettono di dividere in maniera dinamica lo sforzo di partecipazione. Una delega è una dichiarazione di mandato (che assegna il diritto di voto in virtù di una procura), può essere cambiata in ogni momento, non è legata a nessun vincolo sul voto e può essere ulteriormente delegata. Le deleghe possono essere applicate a una intera sezione, ad un singolo ambito di una sezione o ad una sola tematica. Deleghe assegnate ad un livello più specifico hanno la precedenza su quelle più generali. Le deleghe possono essere usate sia durante la discussione (fase di ammissione, discussione e verifica) che durante la fase di voto. Ogni azione diretta dell’attivista che ha dato la delega cancella eventuali esiti della delega stessa per quanto riguarda quell’azione.

Voto di preferenza

Se ci sono due iniziative simili presentate per la stessa fase di voto è necessario indicare la preferita. Si può votare per (o contro) un qualsiasi numero di iniziative in ordine di preferenza. Queste preferenze determineranno il risultato, in caso di più iniziative la più preferita, o meno invisa, risulterà alla fine della fase di votazione. In questo modo nessuno sarà incoraggiato a votare per una iniziativa soltanto per affossarne un’altra e nemmeno a votare contro una iniziativa solo per aumentare le probabilità che vinca un’altra.